15 Novembre 2019
[]

Il Progetto

Il progetto EU-VOICE mira a sostenere l'integrazione dei cittadini di Paesi Terzi (CPT) e a promuovere scambi tra di loro e i cittadini dei Paesi che li ospitano attraverso un'esperienza di volontariato di 25 giorni nel settore culturale per 320 persone, principalmente cittadini di Paesi Terzi, in Paesi dell'UE con elevati tassi di migrazione (Italia, Grecia, Repubblica d'Irlanda, Regno Unito).

La cornice di queste esperienze di volontariato nasce dall'Anno europeo del Patrimonio Culturale, che ha rappresentato una buona opportunità per rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio europeo comune. Il progetto è in linea con il piano d'azione dell'UE sull'integrazione dei cittadini di Paesi Terzi (7/06/2016), che promuove una società inclusiva e prospera attraverso l'integrazione di 20 milioni di cittadini extracomunitari che risiedono legalmente nell'UE; inoltre, secondo numerosi studi le attività di volontariato contribuiscono in modo significativo all'inclusione sociale.

Il progetto sviluppa un approccio multidisciplinare come risultato dello scambio di buone pratiche e strumenti relativi all'inclusione sociale del gruppo target testati dal partenariato, oltre che di altri materiali UE sul volontariato dei migranti nel settore culturale.

I beneficiari a breve termine sono il personale delle organizzazioni partner e i volontari (circa 46.000 persone), che potranno servirsi delle metodologie e degli strumenti dell'UE per preparare i CPT ad un periodo di volontariato nel settore culturale. Le attività del progetto (seminari per promuovere il volontariato, seminari sulla cittadinanza attiva nell'UE, formazione per prepararsi al volontariato, e un'esperienza di volontariato culturale di 25 giorni) coinvolgeranno almeno 320 beneficiari diretti a medio termine (di cui il 70% di cittadini di Paesi Terzi e il 30% di donne assicurando così il mainstreaming di genere).

Grazie ad una serie di attività di valorizzazione (un film documentario sulle esperienze promosse dal progetto, una Volunteer Caravan di eventi di disseminazione nei Paesi partner e altri Paesi dell'UE, programmi televisivi e radiofonici locali), altri cittadini di Paesi Terzi avranno la possibilità di intraprendere iniziative simili e la popolazione locale sarà più consapevole riguardo ai temi dell’intercultura e del volontariato (beneficiari a lungo termine). Grazie alla dimensione e alle reti di relazioni delle 6 organizzazioni partner, circa 2 milioni di persone saranno raggiunte sul lungo termine.

Realizzazione siti web www.sitoper.it